lunedì 29 ottobre 2007

Una Spaventosa Storia di Halloween

Se quel rincoglionito dello Zio Sam mi chiedesse di selezionare un solo ed unico elemento per amare l'America, senza dubbio sceglierei la possibilità infinita di comprare impensabili stronzate. Non sto certo ad elencarvi le innumerevoli assurdità che riempiono gli scaffali dei supermercati, dei centri commerciali o, in particolare, dei negozi specializzati. Ma voglio almeno spiegarvi, zippatamente, cosa succede nella foto che imbarazzerà mia moglie e qualche dirigente della Simmenthal nelle decadi a venire. Qui, da dove vi scrivo, siamo nel bel mezzo di Halloween e, inevitabilmente, qualcuno dei miei friends mi ha invitato a cazzeggiare in allegria ad una delle sue feste. Dal momento dell'invito, ho sentito prima uno strano prurito alla nuca e poi qualcuno o qualcosa chiamarmi da lontano. Per giorni e notti ho percepito il suo ipnotico richiamo, che mi faceva sudare freddo e puzzare anche un pò. Poi, alla fine di uno stato di trance indottomi dallo spirito di John Wayne, ho misticamente compreso che io, all'età di 32 anni, ero il Prescelto della Prateria. Accompagnato dalla mia paziente consorte, sono corso a rotta di collo allo shop "Party City" e, piangendo convulsamente per la gioia della scoperta, mi sono inginocchiato per reggerlo tra le mani tremanti : era il Ridicolo Costume del Cowboy Imbecille. Gonfiato a profusione da una maestosa ventola interna perennemente in azione, il corpo della bestia si incastonava perfettamente con il mio, donandomi 2 aggraziatissime gambette aerodinamiche, mentre le mie divenivano zampone possenti e pronte al rodeo. Quella sera al negozio, mia moglie Christina-atterrita-mi guardò disperatamente (forse intuendo il suo destino) e mi disse con sincerità : "Quest'anno potrei vestirmi da Pocahontas". Quello che poi le successe echeggia ancora nel buio notturno della sconfinata prateria.

7 commenti:

Salvo ha detto...

Ma con tutte le "infinite possibilità", dico io...
Comunque non mi freghi, sono sicuro che è un fotomontaggio (la camicia intendo).

Marco Talotta ha detto...

Lo so.Per chi, come noi, legge quintali di fumetti assurdi e si bombarda il cervello con filmoni horror alternativi o classici della fantascienza, la scelta del cowboy con bovino può spiazzare.Il fatto è che, questo Halloween, ho optato più per un costume veramente stronzo, piuttosto che cool. Qui girano tutti con maschere allucinanti di Jason, Scream, Star Wars, LeatherFace, Saw, Pirates of the Caribbean e Supereroi vari, per questo volevo spiazzare tutti con l'ignoranza sofisticata della monta selvaggia. Per indossare costumi più consoni e attraenti, aspetto di essere a Milazzo in un giorno qualsiasi, sullo skate o durante una delle nostre scorribande notturne.Ciao 'mbare.

Salvo ha detto...

Vabbè, diciamo che se volevi spiazzare allora hai fatto la scelta giusta...;)
Ma lo hai comprato o affittato?
Perchè in caso poi me lo presti.
Ciaoooo

jasonjason ha detto...

questi vestiti sono fantastici..

Marco Talotta ha detto...

Lo sapevo..nessuno resiste al fascino brutale della monta acrobatica!!Muuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

Maria (a.k.a. LaMusa) ha detto...

Ma ti rendi conto di ciò che hai fatto a tua moglie? Povera donna...
A proposito: hai intagliato la zucca? Se sì, aspetto di vederne una foto.

Marco Talotta ha detto...

Ogni anno aiuto i miei nipotini ad intagliare le zucche, ma vengo puntualmente sorvegliato dalla loro mamma, perchè li ispiro a seguire il lato oscuro della forza. Loro scelgono di tracciare una faccia sorridente, io li invoglio a fare gli occhi a forma di ragnetti e la bocca minacciosa, macchiata di salsa di pomodoro.Vedrò se riesco a rintracciare qualche foto dei misfatti...