martedì 5 febbraio 2008

Work in Progress: Comic Strip

Ancora immerso nell'estenuante avventura americana, cerco di lasciare il segno della mia ingombrante presenza su questo territorio sconfinato, giusto per ribadire ai mangiatori di hot dogs che, per adesso, l'alieno Marco Talotta esiste nel loro spazio-tempo. Negli ultimi giorni, infatti, durante i pochi momenti di pausa tra il lavoro e la vita familiare, ho iniziato ad ideare una nuova serie settimanale di strisce a fumetti che dovrebbe chiamarsi "MELBOURNE & ZZAKK", con l'obiettivo di farla acquistare e pubblicare online su di un sito specializzato, molto popolare qui negli Stati Uniti. Sono ancora alle prime vignette, non ho neanche deciso se usare o no il colore e devo scrivere ogni battuta in inglese, ma la voglia di creare un nuovo mondo dal nulla mi dà 6 marce e 2 sportelli in più. Così, se tutto andrà bene e se mi deciderò a consegnare il maledetto prototipo delle prime storie, tra qualche settimana potrò dire di avere il lavoro part time più fico del mondo (escludendo il porno-star vestito in abiti medievali, naturalmente).

12 commenti:

Salvo ha detto...

Troppo forte!!!
Spero tu ci riesca 'mbare!
Aggiornami sui progressi mi raccomando!
Ciaoooo

jason ha detto...

bella idea!se riesci sei un grande!!

Marco Talotta ha detto...

Quasi pronte le prime 2 strisce, l'impostazione, i colori e il logo della serie. "Quasi" perchè la febbre ci si è messa di mezzo e mi sta attualmente friggendo il cervello come una mozzarella in carrozza che gronda olio sul mento di un ciccione.Bleaaahh!!

Salvo ha detto...

Niente che una bella suppostona pralinata non possa far passare...

Marco Talotta ha detto...

Mi piace "pralinata", perchè si insinua nel retto con lussuriosa difficoltà

Anonimo ha detto...

Sei un mega-mito, compare Marco!!!!

Ciccio Carrozza

Anonimo ha detto...

P.S. per oscuri motivi di password e di posta elettronica (ma probabilmente sarà anche a causa del non correttamento allineamento di Saturno, Plutone e la seconda luna di Giove)continuo a non riuscire a iscrivermi nel tuo blog (a tal proposito ho giusto qui, incatenato alla sedia, semi-nudo e svenuto, un fottuto bastardo dirigente della Google Inc., che sto seviziando con mozziconi di sigaro cubano e orde di fomiche leone africane gettate sulle sue carni lacere, per vendicarmi del torto subito in questi lunghi mesi di tentativi infruttuosi di registrazione su questo blog; ma adesso scusa, ti lascio: vado a liberare dalle profondità remote della cantina del palazzo l'amico Matumbo, il gigante nero dagli isaziabili appetiti sodomitici, che vorrebbe chiedere al sig. dirigente della Google Inc. come mai neanche lui si riesce a registrere sul tuo blog....)


Ciccio Carrozza

Marco Talotta ha detto...

Ciccio!
Hai già provato ad aprire un account Google? Quello è il metodo più facile. Comunque, ti chiamo al più presto sul Messenger. Per ora, sono ancora incasinato tra febbre e medicine giganti. Ci sentiamo, 'mbare.

jason ha detto...

"Niente che una bella suppostona pralinata non possa far passare..."
golosoni!

Marco ha detto...

ciao Marco, è da un sacco che non ci si sente; immagino che i tuoi te ne avranno parlato: a Milazzo sta succedendo di tutto, stanno per aprire il secondo centro commerciale nel giro di 6 mesi, tra l'altro a distanza di 100 metri tra loro e per non finire ne vorrebbero fare un terzo nel luogo dove si sono girate alcune famose scene del tuo famoso cortometraggio sulla macchina del tempo... A ponente stanno facendo una pista ciclabile e una passeggiata, ma sono un poco in ritardo con i tempi; il percorso parte da Calderà fino al palazzetto dello sport, e poi anche dal Grotta Polifemo fino alla Tonnara... E per finire la signora del cinema non stacca più i biglietti manualmente; gli storici biglietti color rosso slavato o verdolino sono scomparsi per sempre perchè hanno comprato una macchinetta che stampa biglietti bianchicci, anonimi, è proprio cambiato tutto.......
ho letto di questo nuovo tuo progetto, sei un grande, spero che andrà per il verso giusto. Tanti saluti

Marco Talotta ha detto...

Grazie per le news, Marco! Già guardo il calendario per contare i giorni che mi separano dalla Tonnara. E già ti vedo passare dal mio patio nel bel mezzo della notte, o al mattino presto. Quest'Estate, ho intenzione di scendere dall'America qualche altra diavoleria che insidierà la sicurezza del tetto e del balcone della tua ignara abitazione. Salutami la tua famiglia,
Marco

Lo zio d'America ha detto...

Marco mi auguro che la febbre sia passata e che stai bene. E' da parecchio che non posti sul blog che visito regolarmente tutti i giorni, dacci tue notizie ed un aggiornamento sui progressi del tuo ultimo progetto.
Tempo fa ho inviato un Email all'indirizzo Rork1975, non so se lo hai ricevuto. Auguroni su tutto