lunedì 23 luglio 2007

Liberatelo!

Liberatelo! Se avete un briciolo di amore e 100 grammi di fratellanza cosmica dentro di voi, aiutateci a restituirgli la libertà! Quest'uomo irsuto, fino a 6 anni fa, scorrazzava nudo e indisturbato nella prateria, cibandosi di foglie di tamarindo ed escrementi di cinghiale, bilanciando l'intero ecosistema mediante un poderoso grugnito, che serviva da mònito a tutte le creature per fare la cosa giusta. Adesso, il selvaggio pelosone è stato ingannato da una persona tanto-tanto cattivona, che lo ha catturato servendosi di finte foglie di tamarindo e falsi escrementi di cinghiale artificiale, per poi vestirlo e depilarlo con scorrettezza estetica. Così, da svariate stagioni, l'essere primitivo si è fuso in simbiosi con la carcassa di una vecchia Ford Fiesta, ricavandone protezione e tenuta in curva, ma gli è stato proibito, mediante un crudele bendaggio, l'uso del maestoso grugnito. Proprio a causa della mancanza della sua disarticolata cacofonia intimidatoria, l'equilibrio naturale del nostro mondo comincia a sgretolarsi irrimediabilmente. In particolare, una troupe di scienziati è riuscita a filmare un gruppetto di scoiattolini giocherelloni che assaltavano l'orso furiosone e, non di meno, un banco di salmoni mentre saltavano nelle finestre di un'abitazione, per cercare qualche fetta di pane con Spuntì al prosciutto cotto. Prima che sia troppo tardi, vi chiediamo da questo blog di passare all'azione, di scovare e punire con sputi e ingiurie scorrette la persona malefica che lo tiene in prigionia e, infine, di rilasciare il rude prigioniero infelice. La vallata ha bisogno di lui. La vallata ha bisogno di voi. La vallata ha bisogno di qualunque altro pronome personale.

34 commenti:

Salvo ha detto...

Giuro che l'ho visto vagare nella steppa Milazzese poco tempo addietro, aveva in bocca un coniglio al tamarindo. Ho un filmato che lo ritrae (come quello che feci al chupacabras l'estate scorsa) solo che non è molto a fuoco e tutti sostengono sia un falso. Fate molta attenzione, non si è estinto... potreste rischiare di incontrarlo in questa stagione. E se la notte, quando siete tutti accucciatini nei vostri lettucci e vi credete al sicuro, sentirete un colossale grugnito turbare la quiete del vostro noioso vivere, non opponete resistenza, non servirà a nulla. Piuttosto recatevi fuori e offritegli una birra, la sua compagnia risulterà più piacevole di quella della Schiffer.

Er Principe ha detto...

bella regà !!
bello il tuo blog....ti avevo promex che mi sarei recorded lunedi...ed accomi qui !! anche se vorrei essere lì...alla tonnara al mare come te in this magic moment...cmq io mi ricolleghero' solo se vedro' nella sezione video le pubblicità fatte su teletalotta93....

maurizio ha detto...

Ehm... credo di conoscere la carcassa del malandrino macchiatasi di codesta infima azione, ma non posso parlarne perche' non so' come potrebbe reagire, temo per la mia incolumita'.
Lo vedo spesso bazzicare per le strade di Milazzo preceduto da un oscuro rombo,il sorriso malefico del mezzo rallegra e inquieta i passanti ,attratti dalla bizzarra miscela di suoni provenienti dal cofano e dal portabagagli, ignari del suo terribile segreto.
Mi sta' bollendo il lattuccio...devo andar....

Hiroshi ha detto...

Io a dire il vero sapevo che l'un tempo irsuto mammiferone è riuscito finalmente a liberarsi con un possente peto animalesco capace di sciogliere i legacci di fibra vegetale che lo costringevano nell'angusto bagagliaio che è stata la sua prigione per così tanto tempo, ma purtroppo, spinto dal terrore di essere nuovamente soggiogato è fuggito andando a rifugiarsi nella lontana campagna inglese dopo avere attraversato a nuoto la Manica. Una volta lì la sua apparizione ha sconvolto il già fragile equilibrio dell'ecosistema locale e il suo grugnito che suona pressapoco così: "... ma por** *io, uaargh..." ha dapprima sconvolto e poi assuefatto le popolazioni indigene della perfida Albione, modificando indelebilmente abitudini di vita consolidate nei secoli. Al contrario qui nella prateria milazzese la mancanza del suo grugnito e della sua villosa protervia ha permesso che numerosi animaletti, un tempo rintucciati nelle loro tane e poco propensi ad uscirne per paura dell'orsone, potessero finalmente riaffacciarsi alla luce del caldo sole mediterraneo e aspirare ad una vita degna di essere vissuta.

Hiroshi ha detto...

Per quanto riguarda il bruto, possessore della leggendaria e terribile Ford Fiesta d'annata, incubo di ogni animaletto dal pelo prezioso, e che si è macchiato di un atto di tale viltà, ebbene è stato più volte avvistato nel sobborgo di San Paolino, a metà strada fra Mordor e Minas Tirit, mentre rientrava, a bordo del suo bolide, nella sua umida e puzzolente magione, soddisfatto dopo l'ennesima battuta di caccia. Le autorità locali, capeggiate dal borgomastro in primis hanno cercato invano di catturarlo e porre fine alla sua squallida opera di bracconaggio, ma le proprietà magiche oltre alla potenza e la tenuta di strada del suo bolide gli permettono sempre di scomparire, sgommando, al momento giusto per poi riapparire all'improvviso nelle sue scorribande, seminando il panico, con il semplice rombo del motore orrendamente potenziato, per tutte le lande deserte e alimentando così l'immaginario e le leggende delle popolazioni locali.

Marco Talotta ha detto...

Un plauso accademico al ricercatore Hiroshi, che con i suoi studi ha fatto luce su uno dei fenomeni criptozoologici più controversi dell'ultimo decennio.Resta da spiegare come l'essere si sia convinto ad abbandonare la portentosa autovettura d'epoca, sapientemente modificata con assetto da scorribanda cittadina.

Salvo ha detto...

Approfitto dello spazio qui concessomi per dire che ho avuto notizie sulla sorte dell'amato cricetino albino. Adesso è gelosamente custodito dall'iracondo nonno di Giangolia in una gabbietta fatta di lava e lapislazzuli e viene nutrito a falene. Si è trattato di uno sporadico caso di crossover tra sondaggioni.

Marco Talotta ha detto...

Mitico il mega-crossover!!!

Hiroshi ha detto...

Volevo solo dire che nell'impellente escamotage ho optato per utilizzare l'avvenimento come scusa per acquistare il tanto agognato esemplare di muflone acrobatico. Era una vita che aspettavo... e quel maledetto criceto, con tutto quello che mangiava e tutto quello che mi faceva spendere in creme solari, per non parlare di tutti i soldi (miei) che ha buttato con il videopoker... maledetto... e va bene, sì... l'ho spinto io!! E allora?!! Era una vita d'inferno! Voglio vedere se ora che sta con l'iracondo nonno di Giangolia avrà ancora il coraggio di fare lo spacchioso... quello str***o!

Salvo ha detto...

Caro Nandez,
è mio dovere avvertirti che l'addestramento del muflone acrobatico da te acquistato richiede cura e dedizione, nonchè notevole dispendio economico a causa della dieta a base di pignolata.
Pondera adeguatamente prima di farne il tuo animaletto domestico, o ti ritroverai a mercanteggiare con chi sai tu per riavere il cricetino. (che poi, poverino, ultimamente giocava solo a tetris...)

Marco Talotta ha detto...

Dear Salvo,il blog attende impazientemente i cortometraggi in digitale che ti ho chiesto mille e mille anni or sono.Fammi un misero cenno quando sarai pronto alla consegna.E fammi un altro cenno quando sarai pronto a sposarmi sulla cima di un monte soffice e rosa.

Hiroshi ha detto...

Ehi... mi raccomando, io devo fare il testimone in questo attesissimo matrimonio (che vestito metto? Quello blu o quello nero?).

Marco Talotta ha detto...

Travéstiti da uomo e fatti riconoscere dagli amici mediante l'uso di bigliettini.E non essere gelosone quando io e Sabbuccio ci allontaniamo dalla chiesa con gli occhietti lucidi ma felici, lasciandoti tutto solo ed appoggiato ad un rozzo,robusto ed umido pilastro rococò della navata.Uaaaaaaaaaaaaaaaahhhrrrrghh.

Sarah ha detto...

U sapia chi finia ki stu blog diventava na bettola riserbata solu ai fantasmagorici "Nino Patti Boys"!!!
A proposito dell'Essere imbavagliato e intrappolato nella cofana, se becco colui o colei che a codesto restituì la libertà, no sacciu comu finisci, ho acquistato ad hoc il kit del piccolo chirurgo, e mio padre nel garageee con 3 e, ha tanti strumentini fra cui una saldatrice, un tornio, tante limette per limare(e non mi riferisco alle unghiette), e tanti tanti cosini di ferro ruggiato.
Capisco che in questo blog acculturato in cui di certo la dialettica non eni na cosa chi si mancia, io risulto essere sgradevolmente nzalla, ma ricordate tutti le mie carte vincenti, le tengo per l'appunto in garageeee con 4 e, mio papà le ha messe nel frigo per mantenersi meglio, una è bozza e lesbica, e l'altra ha la gobba ed è pazza, capisco che entrambe le definizioni sono interscambiabili lo so bene pekkè le ho appena inserite nel mio "indovina chi", e puttroppo non potendo usare le parole chiave "lesbica e gobba", sono rimasta fregata.
Quindi bi conviene darmi quel nome di quello stronzone libera tutti , colui che slegò e sbavagliò, poi ma vidu iu, non ci sonon pobblema, vi dicu solo che la seduta comincerà con un lettone e le mie due creaturine "Rinhenstaine and Graziellhenstain" tutte nude e spalmate di burro dovranno con le loro sporgenze imburrare il malcapitato, poi lo dovranno marmellatare, e poi leccare per nettare l'essere e purificarlo dai suoi peccati, e nn vi assicuro di che natura siano per l'appunto le loro protuberanze, può essere che insisteranno a farcire il culetto..........
Tutto il resto sarà leggenda....

Hiroshi ha detto...

Oddio... che immagini ributtanti!! Proprio per questo non perdo neanche un secondo a spifferare che trattasi del carissimo Maurizietto felino, facilmente individuabile per essere il rinomato proprietario del super bolide d'annata, come si desume, tra l'altro, da un'oculato esame presso il PRA. Oh, come mi sento in colpa per avere indirizzato il micione ad un così crudele destino...!!!

Hiroshi ha detto...

Il povero Maurizietto in questione, dopo avere abilmente sopraffatto (?) e catturato il villoso orsone, l'ha poi inopinatamente liberato (legarlo infatti con fibre vegetali è stata una mossa astutamente avventata, considerata la potenza scorreggiosa del mammifero, e dunque chiaramente riconducibile ad una responsabilità dolosa del Gattone di San Paolino!!). Il tutto perchè il grugnito lamentoso della bestia imprigionata lo disturbava nei numerosi amplessi che il Gattone consumava nella sua autovettura con l'orrendo Giangolia, di cui è amante da parecchio tempo. Non potendo però liberarlo ufficialmente, a scapito della reputazione di selvaggio bracconiere di cui gode nei bar del paese, ha quindi optato per simulare una finta fuga dell'animale. Il mistero è risolto my dear Sarah. Ora sai chi è il responsabile. Se vuoi ti dò l'indirizzo preciso del caro Maurizio corredato da una tabella dei suoi orari e spostamenti frequenti.

Salvo ha detto...

Una tabella degli orari e spostamenti frequenti di Maurizio??? Ma a chi vuoi prendere in giro? Non può esistere una cosa del genere.

Marco Talotta ha detto...

Puoi provare su www.homosex.on_moving.cul

Salvo ha detto...

Hai ragione, c'è.

maurizio ha detto...

Ahahahahah!
Ebbene si, e' tutto vero ed e' opera mia ,apparte la tabella degli orari che e' quella dell'anno scorso.
E comunque non avete nessuna speranza di trovarmi, nessuno sa' dove sono ,tranne Gongoliuccio, che comunque vive nto scantinato da me casa la quale e' circondata da carabnieri polizzia e viggili ubbani quindi ineccepibbhle.Io rimarro nell'ombra in attesa di vendicarmi del marrone che m'ha tradito,che sa' bene cosa lo aspetta, e stavolta non mi faro' impietosire da un principio di maldi testa.Ci vedremo presto, il tempo di lubrificare la prua!

Salvo ha detto...

Lubrifica la poppa, ti sarà più utile.

Hiroshi ha detto...

Ma che prodotto utilizza il carissimo Maurizio per lubrificarsi la poppa?

Salvo ha detto...

Ma è ovvio, usa lo strutto!

jasonjason ha detto...

ah..vi ho trovato!se solo potessi mettere le mie manine pelose intorno al vostro collo fareste la fine di poppi, l'orsetto di mie nipote!
non ridi piu' di me, adesso..eh..poppi?non ridi piu'!!
ahhhahhhahh
siate circospetti, di notte quando vi sbarazzate dell'immondizia o del cadavere di Fernandez perchè potrei essere dietro un angolo qualsisasi di Milazzo. So tutto di voi, dei vostri abbonamenti a corna vissute e il camionista..so che la mattina al vostro risveglio la prima persona che vedete è nino patti/gabbata..adesso vi starete chiedendo chi sono.ovvio sono..
nientepopodimenoche...
l'invicibile sarchiapone

Marco Talotta ha detto...

Gggggiooooel!!!!!!!!Grazie per essere sbarcato sul blog con veemenza e, soprattutto, per aver strangolato a morte l'orsetto innocente di tuo nipote. Ho sempre detto che "da grandi manine pelose derivano grandi responsabilità"...

Salvo ha detto...

Benvenuto Gioel!
Finalmente!:)

jasonjason ha detto...

rettifica
mio nipote qui mi dice che l'orsetto spentosi tra le mie mani si chiamava floppi e non poppi. ripeto
f l o p p i
ciao salvo..ciao marco..e ciao a tutto il blog. Tanto lo so che c'è del marcio dietro questo forum e probabilmente sono i calzini di marco..

Marco Talotta ha detto...

In realtà il marcio sono i piedi, mentre i calzini che uso sono rivestiti di un particolare e rarissimo materiale che camuffa vigliaccamente ogni sgradevolezza e purulenza molesta.
P.S. Adesso che so che il vero nome del defunto peluche è Floppi, mi viene in mente che potevi sopprimerlo barbaramente incastrandolo a forza dentro un vecchio computer.Quasi quasi mi vien voglia di acquistare un orsetto ingenuo e chiamarlo USB....

jasonjason ha detto...

come è andato il vostro rientro marco/claudio?novità?tipo un procione in casa o una nuova vicina playmate?

jasonjason ha detto...

come è andato il vostro rientro marco/claudio?novità?tipo un procione in casa o una nuova vicina playmate?

jasonjason ha detto...

ops..no sarah..no cristina...scherzavo..

jasonjason ha detto...

video istruttivo..
http://www.youtube.com/watch?v=BIEORIMQyOY

Salvo ha detto...

Gioel!
4 post di fila... è record!!!
Che video è? mi preoccupa...

Hiroshi ha detto...

Io l'ho visto il video... e non mi preoccupa affatto! Bravo Gioel.