venerdì 6 luglio 2007

Il Ritorno

Stanco più di un malaticcio cricetino costretto a correre dentro una ruota appesantita da uno scienziato sadico ma felice, eccomi tornato dalle incredibili, avventurose, ondose, delfinose, granchiose, aquilonose,surfose, sorprendenti ferie americane. Nella quiete e la frescura di un appartamento con condizionatore sparato a manetta in maniera irresponsabile (giusto per capire fino a che temperatura è possibile aprire i polmoni per respirare), mi rendo conto all’improvviso che mancano solo 2 giorni al mio compleanno. 32 anni! ,penso tra me imprecando e nascondendomi spaesato in un angolo, impaurito e confuso come quando Remì scoprì che il nonno usava una barba finta, fatta con migliaia dei peli più pregiati della scimmietta, la quale poi-inspiegabilmente-si ammalò di polmonite e perì nell’episodio più infame. 32 anni e ancora non ho visitato l’interno di un’astronave aliena (che io mi ricordi), nuotato in stile farfalla nelle fogne di Tonnarella, ucciso a puzziche e frontini il mio peggiore nemico, ucciso a puzziche e frontini il mio migliore amico, o viaggiato nel tempo dicendo a tutti che ero il messia! Dove andrò a finire?-panico e disappunto-dove ciolla andrò mai a finire?? Ok-calma e controllo dello sfintere ritrovati-, mi comunicano da dietro il sipario del blog che, tra 4 giorni, andrò a finire nella mia Sicilia.E, come inizio di vecchiaia, non fa poi tanto male.

22 commenti:

Salvo ha detto...

Tutto qui mbare? Quando arrivi vedremo di farti fare queste esperenziucce che ti mancano così completi l'album... Io mi offro per la faccenda di Tonnarella. Mettiti il tuo costumino migliore.

Hiroshi ha detto...

Io mi offro per il viaggio nel tempo... Dovrei avere ancora da qualche parte in garage quella vecchia ma robusta ed efficente macchina del tempo di fabbricazione cinese che adoperai, dopo essermi camuffato con lunghi capelli castani posticci e barbetta, per raggiungere la Palestina di circa duemila anni fa...

Salvo ha detto...

Comunque dalla foto sembrerebbe tu possa brillare al buio... mi ricordi una certa "grossa aragostona al sole"...

Sarah ha detto...

Secondo me dal tuo sguardo avevi appena finito di cacare, e guardi a terra tutto vergognato, pikkì ci scassasti a ceramica o cessu di Flipper!!!
ora lo sai cosa vuole in cambio il delfinetto tutto pepe..................................
Giovannina, Jessica Alba se la fa con Flipper lo sapevi questo no????

Hiroshi ha detto...

Dear Sarah, immagino che tu abbia appreso la notizia del flirt fra Jessica Alba e il delfino Flipper sbirciando, seduta sul cesso, i giornali scandalistici di cui tappezzi il pavimento per proteggere la preziosa maiolica dagli immancabili spruzzi legati inesorabilmente alla tua patologia diarroica. Ad ogni modo manchi di arguzia perchè non hai ricollegato subito questa notizia a quell'episodio di quando mi incontrasti in centro a Milazzo mentre acquistavo una finta pinna e un chilo di sostanza colorante grigia. E non ti insospettisce neanche il fatto che tenessi in mano un manuale di semiotica del linguaggio cetaceo (comu parranu i deffini và...!)

Salvo ha detto...

Flipper è morto da un pezzo...
e tu Giovanni? come stai?
Ciao Sarah!

Salvo ha detto...

AUGURI MARCO!!!!

Claudick ha detto...

Questo blog sta diventando una bettola/ritrovo per camionisti frocio-menomati, ubriachi e con mogli e figli chiusi nella cella frigo (pronti da scongelare con "quattro corpa di padella" nel preciso momento in cui l'ebrezza si fa sentire e le mascate rivolgono le loro multi-tatatuaggiate attenzioni verso le persone più care!!!)... Mi stupisce il fatto che ancora nessuno abbia esibito le proprie foto tratte da calendari di uominosessuali nudi, o abbia aperto una rubrica rivolta a chi, stravolto dal risveglio post-sbornia, non riesca a ricordare a cosa siano dovute le ultime macchie sull'un tempo bianca canottieruola da TIR...
Tanti auguri di buon compleanno al re di questo finucchiaio!
Ci vediamo in Italia!

Claudick ha detto...

P.S.
Tutti coloro i quali avessero dimenticato chi(o cosa!)sia il sottoscritto, farebbero cosa saggia se, prima del mio arrivo in terra sicula, corressero ad acquistare una dignità gonfiabile per uso estivo... Ne avrete bisogno...

Salvo ha detto...

Sei senza cuore Claudio.
Parlare di dignità nonostante tu sappia benissimo che questo blog lo frequenta anche Giovannez...
Poverino...

Hiroshi ha detto...

Volevo solo fare gli auguri di buon compleanno all'organizzatore di questo Blog.

Marco Talotta ha detto...

Siete tutti teneri e gommosi come non mai.Proprio adesso sto iniziando a farmi le valigie e la mia ombra scura e minacciosa comincia a slanciarsi sulla tranquillità milazzese, pronta a sferrare l'attacco mortale alla noia, al perbenismo e all'irritante fighetteria.E la cittadina dorme, ignara del pericolo che la assalirà.Uaaah-Uaaah-Uaaah!!!

Salvo ha detto...

"ignaro" c'è solo il tuo deretano.
Piglia stò caz d'aereo và...

Marco Talotta ha detto...

Salvuccio, sei un nervosone sgarbato e tanto tanto frettoloso. Mi aspetto frasi d'amore e tu mi tratti come una vacca putrefatta nella ciumara. A cosa e' dovuto il tuo sbotto maledetto? Rispondimi, spedendomi una letterina nella ciumara.

Salvo ha detto...

Sono impazientino.

maryellen ha detto...

leggendo i commenti non posso non sentirmi fuori luogo e fuori tempo(non si può predatare il mio intervento,vero?)auguri anche da parte mia polpyyyyyyyyy!mi devi perdonare ma la mia memoria ,in genere infallibile, in estate va in vacanza,non mi ricordo mai neanche i complex del fernandez e di lainus ad esempio....perdonatemi anche voi!
ora,dopo essermi autoflaggelata come jacopona da todi vorrei proprio sapere dove sei polpy,ancora non ti sei fatto sentireeeeeeeee

Sarah ha detto...

mmmmmmmmmmmmmmmmmaaaaaaa commeeeeeeee loooooooo haiiiiiii fattoooooooo e poi continuerei conficcandomi le mie belle unghiette nere fra i denti per rimuovere i rimasugli delle costolettine d'agnello appena spolpatine.(ora il pessonaggio che io e Sabbuccio conosciamo beeene è meglio definito).
E mentre io scrivo nella uggiosa e ventosa e umidosa e reumatismosa Cambridge, voi tutti manco cacherete le mie parole perkè sarete troppo impegnati a ungervi i capezzoli mentre uno squalettino si lecca i baffi, sa putia fari na ceretta prima di addentrarsi nel mediterraneo.
Dicevo lo squalettino si starà pregustando il momento in cui vi ingloberà, è chiaro resterà diuno se il suo unico obiettivo è calarsi la piritta di Giovannina e cercherà di dddubbarsi col pelo del suddetto, ma gli ngrupperà e non essendo un pesce gatto oltre a non avere giustificazioni per il baffo moretti che si ritrova non sarà magara abituato a sputare palle di pelo direttamente dall'esofago.
E così anche questo animalo perirà e Giovannina si salverà, e finalmente avrà la scusa buona per rifarsi i genitali.
Giovannina a putivi truvari nautcra scusa!!!!
Quindi vi avverto o miei cari , in attesa della mia morsa malefica, ho sguinzagliato una ventina di squaletti bianki direzione tonnara, tutti per voi.
A scialatibi i carni hauahuahauhah
Quando li vedete con le vostre maskerine colorate, ricordatevi che la merda va a galla e ke tutti la vedono, ed è malafigurina, capito?
No credete che poi incolpate il bambinetto di turno, nn funziona così.

Anonimo ha detto...

poesia in siciliano
ntà città du capu...
un pacciu annava comu un disperatu
supra una tavola cu quattru rote...
mentri sentia 'na para i note...
ai Talotta appartinia(apparteneva).
e spessu in terra iò u vidia...
ma sempri, iddu si isava...
e supra 'dda tavula iddu tunnava...
e quannu cu stu SCHEIT passava l'amicu miu....
i vecchi dicianu "lassamu fari a Diu"...
ma ad iddu nun ci 'nni futtia (fregava)...
e ogni tantu facia qualche acrobazia...
so matri scantata ci dicia:
"non t'ha rumpiri u coddu gioia mia"...
ora Marco ntà l'Amereca si nni annò...
ma un pezzu i cori ccà lassò...
dà poverazza i Cristina se l'avi a supputtari...
iò nu saccio come su fici a maritari...
e tra amici, Bugghu (borgo) e granita...
spero che la permanenza a Milazzo sia gradita...

Marco Talotta ha detto...

Ma chi è codesto ispirato poeta/poetessa, che delizia il blog con rustica saggezza, conferendogli un retrogusto di terra, malinconia agricola e milinciane? Che sveli il suo nome al volgo curioso e getti giù la maschera sudaticcia!Stò già aspettando un'altra delle sue gemme popolari....

Salvo ha detto...

Sarah! Che diamine.
Urge il mio intervento per sanare alcune inesattezze da te scritte in stato di evidente euforia paradossa. 1)Gli squali non posseggono baffi, bensì le ampolle del lorenzini, lo sanno tutti, eh! 2)Giovannina si salverà soprattutto perchè arriverà con insolente ritardo anche all'appuntamento con lo squalo che a differenza nostra ha ben poca pazienza e cercherà prede più "corpose" come tu suggerivi e comunque più puntuali. 3)Non tutta la merda galleggia purtroppo...se così fosse sarebbe facile evitare certi stronzi. ah ah ah!;)

P.S. bella la poesia anonima.

Sarah ha detto...

Minkia da zalluria poetica,la rima è in endecasillabi faleci ca verooooo????
Ma brravo/a chiunque tu sia, mi sa che sto blog sta diventando tcropppo mieloso, bisogna controbilanciare, leggendo le prime righe del poema mi paria ki si parrava i kakki spasticu senza iambi, ma poi fiù per fottuna il pessonaggio in questione eni do babbasuni i Marco.
Eh si!!!! Mill'anni passaru da quannu
all'asfaltu e ai vekkiardi al porto si recava dannu
Cakkidunu sautava, cakkinautru a nterra si sdurrupava
Ahi ahi da musica appena downloadata
da tutti a fozza vinia scutata
E poi di corpo silenzio e paci
di nessuno e di nenti si udia la vuci
I vecchi scunsulati nn sapiunu a cu bandiari
i picciriddi a cu imitari
Ma fossi fossi d'improvviso
cakkidunu cu nu skeit in manu
e con un gran sorrisu
O porto attonna ci ruvina gli impianti
e insieme a lui speriamo ce ne siano tanti
Quindi vistu ki anke io ora cu stu poema a skafazzà
spietta spietta ki anki sta babba
sta pi tunnà

Marco Talotta ha detto...

Mizzica poesiunciuna agricola de luxe!Coglie tutto lo spirito dei miei pomeriggi milazzesi di anni fa, il tutto incrostato in una patina di zavurderia fluorescente. Commare Sarah superò sè stessa sulla strada extraurbana che porta a Fondachello.